Acquisto argento usato Milano

Acquisto argento usato Milano

Acquisto argento usato Milano

Acquistare argento usato a Milano era un’abitudine, quasi una prassi, che nel secolo scorso accomunava tutte le famiglie che volessero preparare la dote per le proprie figlie promesse spose. Oggi molte cose sono cambiate e per fortuna non è più così. Acquistare argento usato a Milano nel 2017, infatti,  vuol dire cercare di fare un buon investimento.

Per molti milanesi l’argenteria è più che altro un rifugio per la polvere, poiché oggettivamente le abitudini quotidiane sono cambiate, posate e accessori da tavola in argento sono in disuso da tempo.

Esiste però un’importante alternativa per chi considera il proprio argento come un peso di cui liberarsi. Questo metallo oggi è scambiato e venduto attraverso il circuito dei compro oro di Milano. Ciò vuol dire ottenere un guadagno immediato in contanti e trasformare il problema in una soluzione.

Magicamente quella che un tempo poteva essere considerata una dote (o un corredo di nozze), oggi è diventata una fonte di ricavo, denaro contante da ottenere subito e senza tanti problemi.

Perchè si vende e si acquista argento usato a Milano

Chi decide di disfarsi dell’argenteria lo fa per diversi motivi: da un lato ci sono le ragioni economiche, connesse al bisogno urgente di liquidità per le impellenze quotidiane, dall’altro si vende l’argento di casa solo perché lo si considera un inutile suppellettile ingombrante. In questa seconda ipotesi l’incasso di denaro diventa marginale, anche se fa ovviamente comodo.

Alle due appena menzionate bisogna aggiungere una terza categoria di persone interessate al metallo grigio: piccoli risparmiatori e investitori. Avendo perso completamente la fiducia nelle istituzioni finanziarie, decidono di investire in metalli preziosi. Proprio in questo caso l’acquisto di argento usato a Milano diviene un’alternativa molto più che valida.

La nuova frontiera dei metalli preziosi

L’ultimo decennio è stato caratterizzato dall’incombenza di una contrazione economica senza fine, perdita di posti di lavoro. Intere famiglie strette nella morsa delle crisi, spesso con serie difficoltà per arrivare alla fine del mese. In questo scenario la vendita degli oggetti preziosi è stata in molti casi obbligatoria.

Questa situazione nefasta ha contribuito anche al deterioramento dell’illusoria solidità bancaria e del sistema finanziario nel suo complesso. Chi ne ha subito le conseguenze sono stati gli investitori e i correntisti, che in molti casi hanno perso i risparmi di una vita! Come dicevamo poc’anzi un simile scenario ha marcato in maniera ancor più netta la linea di confine tra le famiglie in difficoltà. Costrette a vendere per necessità, e le persone che hanno acquistato argento usato per integrare e diversificare il proprio portafoglio investimenti, spesso in sostituzione dei titoli ormai senza valore.

L’argento in questi anni ha seguito gli andamenti dell’oro, con un costante apprezzamento sui listini internazionali. Quindi un investimento sicuro e con ottimi ritorni. I lingotti d’argento, conservati in casa o presso un caveau specializzato, sono una più che dignitosa alternativa per chi cerca  la certezza e la solidità dell’investimento!

Riconoscere il tipo di argento

Riconoscere il tipo di argento

Riconoscere il tipo di argento

Come riconoscere il tipo di argento di un oggetto in argento non è sicuramente semplice.

Certo il suo colore e le caratteristiche lo contraddistinguono da tutti gli altri metalli. Tuttavia riconoscere il tipo di argento a proposito della qualità, non è così semplice.

Ci sono vari metodi per testare l’argento non solo la qualità, ma anche per la quantità. Alcuni oggetti potrebbero avere una percentuale in rame o altri metalli nella lega che compone l’argento, determinando tutt’altro valore.

Questi metodi sono alquanto semplici. In primo luogo occorre vedere se presente la stampigliatura del marchio e della qualità. Altri metodi per riconoscere il tipo di argento sono:

  • Il test magnetico, usando una semplice calamita. Se questa è attratta dall’oggetto in argento vuol dire che non è solo questo il metallo presente.
  • Un altro modo è quello di usare il ghiaccio, ponendolo sopra una parte liscia del metallo, se questo si scioglie velocemente come se fosse caldo, è argento.
  • Il suono, l’argento ha un suono particolare e inconfondibile. Per riconoscerlo e avere un metodo di comparazione è opportuno avere una moneta in argento tipo i 25 cent americani e provare.
  • Ovviamente le analisi chimiche, queste in ogni caso presuppongono l’uso di alcuni strumenti e persone competenti.

Questi i metodi comuni per riconoscere il tipo di argento, solitamente con riferimenti di argento 800, 900 e 925 quelli più comuni.

In ogni caso è preferibile pulire l’argento se sporco per avere un riscontro più accurato.

Una lega preziosa

L’argento più pregiato è quello che ha un valore percentuale di oltre il 92% del metallo grigio e il restante in rame. Questo è quello di migliore qualità e purezza, usato in gioielleria e per oggetti d’arte preziosi.

Come riconoscere il tipo di argento specie nella consistenza è alquanto semplice. Può comunque capitare un errore di valutazione, quindi è consigliabile in questi casi affidarsi a esperti del settore.

Un aiuto dai compro oro per riconoscere il tipo di argento

Che si debba vendere o acquistare, i professionisti esperti dei molti centri compro oro ormai presenti ovunque, possono aiutare in questi casi. Una piccola perizia fatta da un esperto può garantire qualità e quantità.

Le quotazioni dell’argento sono buone, ed è anche valido come riserva per investire diversificando il capitale. L’argento sta seguendo il mercato e le quotazioni dell’oro, infatti, cresce quasi di pari passo nelle rispettive categorie.

Il metallo grigio in questo momento è interessante per come supporto all’oro, molti scelgono di comprare entrambi i metalli per ottimizzare gli investimenti.