+39 02 84800337 | +39 02 45541203 | +39 02 39469839

    CODICE DEONTOLOGICO DEGLI OPERATORI

    Introduzione

    • Il codice deontologico contiene i fondamenti e gli obblighi etici, professionali e di discrezione elaborati per www.comprooromilano.info (Operatori Professionali dell’Oro), e validi per l‘esercizio della professione.
    • Il codice deontologico si basa sulla Dichiarazione Universale dei Diritti dell‘uomo (1948), sulla Convenzione europea dei diritti dell‘uomo (1953), sulla Carta sociale europea (1961) nonché sui diritti fondamentali, sui diritti dei cittadini e sugli obiettivi della legge Italiana e sul documento «Codice Etico di HI CASH s.r.l.» (2009).
    • Oltre alle singole disposizioni del codice deontologico devono essere rispettate anche le impostazioni di fondo ivi espresse.professionalità garantita
    • Il codice deontologico è rivolto agli operatori dell’azienda che svolgono con discrezione le funzioni nel settore della commercializzazione di oro usato o da investimento. Per i membri di www.comprooromilano.info ha carattere vincolante.
    • Gli operatori devono essere in grado di giustificare con discrezione il loro operato professionale di fronte agli interessati e loro contesto lavorativo. In caso di conflitto devono poter rispondere della loro condotta davanti ad un gruppo legittimato di professionisti.
    • Il codice deontologico è vincolante per tutti gli organi aziendali e costituisce uno dei fondamenti delle loro prese di posizione.
    • Anche le organizzazioni, le associazioni e gli istituti di formazione del settore orafo sono invitati a rispettare il presente codice deontologico.
    • Il codice deontologico definisce direttive comportamentali per settori in cui il diritto vigente non contiene chiare disposizioni.
    • È uno strumento per la determinazione e la garanzia della qualità dell‘operato professionale.

    I PRINCIPI DEL CODICE DEONTOLOGICO

    1. Gli operatori del settore dell’oro rispettano con estrema discrezione la personalità e la dignità della persona che si rivolge al professionista. Evitano attraverso la loro azione ogni forma di discriminazione, ad esempio in base ad appartenenza etnica, sesso, età, religione, stato civile, orientamento politico, colore della pelle, orientamento sessuale, handicap o malattia.
    2. Si impegnano a sviluppare continuamente le proprie competenze cognitive e operative personali, professionali e proprie alla categoria allo scopo di ottimizzare le prestazioni offerte con discrezione.
    3. Si oppongono a pressioni che contraddicono gli obiettivi professionali ed etici del loro lavoro.
    4. Non abusano della loro posizione professionale per ottenere vantaggi personali.
    5. Utilizzano con parsimonia le risorse a loro disposizione e si adoperano per una ripartizione delle risorse commisurata alle esigenze.
    6. Riflettono continuamente sulla propria attività e sul proprio ruolo professionale e di come questo sia da sviluppare nelle competenze operative.
    7. Sono consapevoli della propria posizione di forza e svolgono con consapevolezza e discrezione la propria funzione. Impiegano le proprie conoscenze ed il proprio potere per denunciare e ridurre le ingiustizie.
    8. Gli operatori professionali dell’oro fanno sì che i propri utenti/clienti siano o diventino maggiormente consapevoli dei propri diritti e doveri. Essi rispettano il loro diritto all‘autodeterminazione economica e finanziaria. Fanno sì che gli utenti/clienti e/o i loro rappresentanti legali conoscano i limiti di questo diritto.
    9. Essi informano gli utenti/clienti e/o i loro rappresentanti legali dell’entità e del genere di servizi disponibili nonché dei loro diritti e doveri, rischi e possibilità di ricorso, affinché possano valutarli.
    10. Gli operatori professionali dell’oro evitano gli abusi di potere in relazione alla propria funzione, ai propri mandati o alla conoscenza di una situazione specifica applicando ogni possibile tecnica per preservare con discrezione le conoscenze condivise dai clienti/utenti.
    11. Promuovono e accompagno gli utenti/clienti verso una maggior autonomia e responsabilità economica e finanziaria. Rispettano la libertà di opinione, discrezione e decisione degli utenti/clienti.
    12. Evitano azioni che possono limitare l‘integrità economica e finanziaria degli utenti/clienti.
    13. Gli operatori professionali dell’oro rispettano il dovere di discrezione professionale. Trattano in modo confidenziale i dati sugli utenti/clienti. L‘obbligo alla confidenzialità sussiste anche dopo la conclusione del rapporto professionale.
    14. Nel caso in cui disposizioni legali o altri motivi determinano la sospensione del dovere di discrezione, gli operatori professionali dell’oro ne informano anticipatamente ed in modo adeguato i propri utenti/clienti e/o i loro rappresentanti legali.
    15. Gli operatori professionali dell’oro non denunciano gli utenti/clienti, eccetto nei casi per cui sussiste un obbligo di denuncia stabilito dalla legge. Sono possibili eccezioni se, all‘esame accurato della situazione, risulta che gli interessi degli utenti/clienti o quelli di terzi sono seriamente minacciati e non vi sono altre possibilità d‘intervento.
    16. Gli operatori professionali dell’oro si adoperano per non dover sottostare all‘obbligo di testimoniare stabilito dalla legge, nel caso in cui le loro testimonianze minaccino il rapporto di fiducia con gli utenti/ clienti e la mancata testimonianza non costituisca un serio pericolo per gli interessi di terzi.
    17. Gli operatori professionali dell’oro raccolgono le informazioni necessarie direttamente dagli utenti/clienti; si possono raccogliere informazioni da terzi soltanto se ciò è previsto da una disposizione legale o se è giustificato da interessi preponderanti degli utenti/clienti o da quello di terzi. Gli utenti/clienti e/o i loro rappresentanti legali devono esserne informati.
    18. Gli operatori professionali dell’oro riportano nella documentazione professionale (dossier) soltanto i dati necessari per lo svolgimento del loro lavoro ed i rapporti necessari per i loro interventi.
    19. Tutti documenti inerenti le situazioni economiche o finanziarie trattate sono di proprietà del cliente/utente. In caso di cessazione dell’attività del servizio o della sue continuazione a titolo non professionale, la conservazione della documentazione deve continuare ad essere garantita secondo le leggi di garanzia dello stato.
    20. Su richiesta, gli operatori professionali dell’oro garantiscono agli utenti/ clienti e/o ai loro rappresentanti legali il diritto di consultare la documentazione relativa alla loro conto economico e finanziario raccolto.
    21. Qualora non sia possibile informare direttamente gli utenti/ clienti, le informazioni devono essere trasmesse ad una persona di fiducia scelta di comune accordo.
    22. Gli operatori professionali dell’oro collaborano con altre figure professionali.
    23. Se necessario presentano appropriatamente i pareri e le qualifiche dei loro colleghi che collaborano all’erogazione di servizi e prodotti.
    24. Rendono attenti i colleghi qualora i loro comportamenti non rispettassero le norme deontologiche del presente codice.
    25. Gli operatori professionali dell’oro si impegnano nei confronti del loro datore di lavoro a svolgere accuratamente il loro mandato in base alle norme ed ai principi della loro professione.
    26. Essi collaborano al raggiungimento degli obiettivi e allo sviluppo dell‘attività aziendale, con l’intento di migliorare la qualità dei servizi offerti.
    27. Essi sono disposti ad affrontare apertamente i conflitti collaborando al reperimento di soluzioni costruttive.
    28. Gli operatori professionali dell’oro collaborano al superamento dei disagi creati a clienti/utenti e sviluppano soluzioni adeguate.
    29. Essi si impegnano per promuovere la partecipazione di tutti al miglioramento della condizione economica e finanziaria, alla fruizione delle risorse e delle prestazioni basilari da parte di coloro che ne hanno bisogno e per l‘introduzione, o la modifica, di misure e leggi miranti ad incrementare il benessere economico e finanziario di clienti/utenti.
    30. Essi incoraggiano le persone interessate a partecipare ai processi decisionali nei settori di propria competenza.
    31. Gli operatori professionali dell’oro condividono le conoscenze professionali e la propria esperienza pratica con i colleghi e con altri gruppi professionali, contribuendo in tal modo all‘ampliamento del sapere specialistico.
    32. Essi si impegnano per la formazione di nuove leve e per la formazione continua degli operatori professionali dell’oro..
    33. Gli operatori professionali dell’oro che a causa delle disposizioni del presente codice deontologico si trovano in conflitto con utenti/clienti, colleghi, superiori o altre istanze pubbliche o private, possono rivolgersi ai sindacati di categoria che garantiscono consulenza e sostegno ai loro membri.Compro Oro Milano
    34. Le questioni e i conflitti derivanti dall‘applicazione del presente codice deontologico possono essere sottoposte dai membri di www.comprooromilano.info, dagli utenti/clienti e dalle sezioni di www.comprooromilano.info alla commissione per l‘etica professionale di www.comprooromilano.info. Se tale commissione viene a conoscenza di gravi infrazioni al presente codice o a disposizioni legali vigenti, deve entrare in merito e procedere di sua iniziativa.
    35. La commissione per l‘etica professionale di www.comprooromilano.info è l‘organo cui spetta la sorveglianza del rispetto del codice deontologico. È tenuta a dare consigli, occuparsi delle violazioni e sanzionare comportamenti illeciti.
    36. Sulla base del presente codice la commissione sviluppa una pratica di autocontrollo collegiale ed una casistica inerente l’etica professionale.
    37. Promuove l’aggiornamento costante del codice deontologico.
    38. La commissione per l‘etica professionale definisce misure e sanzioni adeguate nei confronti dei membri che violano il codice deontologico.
    39. A seconda della gravità della violazione del codice deontologico possono essere emesse le seguenti sanzioni:
      1. richiamo
      2. espulsione dall‘associazione
      3. espulsione con informazione dei terzi interessati
    40. L‘espulsione deve essere decisa sulla base del Codice Etico dal Comitato Etico di www.comprooromilano.info.
    41. Le sanzioni sono emesse dopo aver sentito gli interessati.
    42. Gli interessati possono inoltrare ricorso contro le decisioni della commissione, entro trenta giorni, al Comitato Etico di www.comprooromilano.info.
    43. Gli interessati possono inoltrare ricorso contro le decisioni del Comitato Etico di www.comprooromilano.info, entro trenta giorni, all‘Assemblea dei delegati di www.comprooromilano.info. La decisione di quest‘ultima è irrevocabile.
    44. Il presente codice deontologico è stato approvato dal Comitato Etico di www.comprooromilano.info.

    Occasioni d’Oro è il Compro Oro che dal 2007 ha servito più di 15 000 clienti. Ti offriamo oltre alla buona Valutazione un servizio professionale e cortese. In modo riservato ci puoi contattare compilando il modulo qui sotto oppure chiamandoci. In questo settore la privacy è molto importante quanto la valutazione onesta. Scrivi o chiama!